Vado in vacanza

Ebbene si, è arrivato il momento di prendermi una vacanza dallo sport. Come al solito non avverrà come avevo previsto, ovvero per una mia scelta, ma per dei chiari segnali che il mio corpo mi sta dando. Infatti qualsiasi movimento banale io faccia, come starnutire o semplicemente togliermi le scarpe, provoca danni fisici che mi obbligano a fare costantemente visita dall’osteopata e la conseguente apparizione su di me di strani adesivi

ScotchMan

ScotchMan

I segnali di un possibile crollo c’erano tutti ma come al solito li ho ignorati, solo il fatto che il blog abbia come nome “Gli Spilli nel Ginocchio” e non “Super Atleti” e il ginocchio di cui si parla è il mio dovrebbe farmi capire qualcosa, no? No tranquilli l’ho sempre ignorata come cosa e anche questa volta ho voluto strafare ed ora ne pago le conseguenze. Ovvio che la colpa principale è della mia Carta di Credito e di quel lunedì dove mi sono iscritto allo sprint di Parma e all’olimpico di Lecco. Come sono andate le due gare? Partiamo da Parma dove sono andato con il mio amico immaginario, infatti questa volta non avevo nessuno a farmi compagnia nella steppa del campus universitario.La gara é andata benissimo, un tempo a fine gara di tutto rispetto(1h02’18”) e uno stato di forma che mi faceva pensar bene per il futuro e con ancora addosso l’adrenalina per la gara olimpica fatta la settimana prima a Sirmione.

Io e il mio amico immaginario prima della gara...

Io e il mio amico immaginario prima della gara…ah si era abbassato ad allacciare la scarpa!!!

La giusta ricompensa post gara...il mio amico era sceso a buttare lo scontrino!!!

La giusta ricompensa post gara…il mio amico era sceso a buttare lo scontrino!!!

La settimana successiva qualche dolorino é iniziato ad apparire ma figuratevi se ci ho dato peso, ho proseguito a testa bassa i miei allenamenti fino a che mi sono ritrovato qualche giorno prima della gara con una bella contrattura al polpaccio e un principio di pubalgia. Ovviamente i consigli dell’amico osteopata non li ho ascoltati e la domenica mattina alle 9:30 mi sono fatto trovare pronto con la muta addosso per il triathlon olimpico di Lecco. Lago mosso, pioggia e vento, queste le condizioni con cui mi sono dovuto affrontare per finire questa gara, condizioni che non si addicevano granché con le mie condizioni fisiche ma stando attento nella frazione bici e moderando un po’ i ritmi nella frazione di corsa sono riuscito a tagliare il traguardo soddisfatto per un’altra gara portata a termine pure con un risultato cronometrico inaspettato(2h17’49”)

Che bello il lago mosso

Che bello il lago mosso

Questa volta non ero solo

Questa volta non ero solo (Leggi qui)

 

Com’è stato il dopo gara? Beh la foto iniziale spiega come sia stata traumatica la settimana con il colpo finale alla schiena ieri mattina…ma ci si può far male togliendosi un calzino?!?!?. Quindi mentre tutti gli altri Spilli stanno iniziando la preparazione, per quello che sarà il grande evento autunnale, con allenamenti che già fanno sentire stanchi solo a leggerli, io mi preparo riposando e cercando di curare tutti gli acciacchi che il mio corpo mi regala come conto da saldare per tutte le mie piccole imprese.

Quindi non mi resta che augurarvi BUONE VACANZE!!!

Ci sentiamo a Settembre(secondo i medici…io spero prima!!!!)

Ciaooooo

BaKo

“Hey Mr. Obama, do you know the regulation of CSI?”

Recita un vecchio adagio indiano: “Se non conosci a memoria il regolamento CSI, non potrai mai pensare di diventare Presidente.”

Iscriversi ad una campestre CSI è l’impresa più ardua alla quale mi sono mai dovuto cimentare.

Ma alla parola: “Ah ma tu sei Zaffani( guarda come ti sei fatto bello)”, e poi seguita sempre dalla domanda “ma non c’è tuo papà?”, tutte le porte ci si sono aperte.

Da veri inesperti, partiamo si iscritti, ma fuori classifica. Inoltre, senza pettorale, che dovevi portartelo da casa. Quindi, per la “classifica siamo: “quello verde”, “quello verde con il tatu”, “quello rosso Parma”.

Albi's Angels e uno con i parastinchi. E con le scarpe gentilmente prestate.

Non c’è una campestre che metto la canotta degli spilli.

Dopo tutta sta fatica, la classifica recita;

Zaffani Marco: F.C. (Fuori classifica)

Bricca Tommaso: F.C. (Fuori classifica)

Verdelli Lorenzo: F.C. (Fuori classifica)

E peccato, perchè i nostri Albi’s Angels, sotto la guida del loro mentore (che durante tutta la gara in smette di cazziarli) arrivano 2° il Zaffani ( reduce da una serata/nottata movimentata), e 5° il poco pettinato TDMB. Verdelli lotta, ma fare 15km prima di una campestre non aiuta. Almeno ha mascherato la scarsezza profonda che lo attanaglia da tempo.

Poco altro, febbraio ci regala un bel sole, e a Zaf(F)an(I) forse re(G)(A)la anche altro.

Buona domenica, i paccheri al ragù mi attendono.

L.