Asticella

Più andiamo avanti, più l’asticella sale.

Tutte le volte, dopo il traguardo, mi chiedo quanto posso (e voglio) migliorare.

1:22’09” inizia ad essere un bel tempo. Migliorabile? Limite raggiunto?

Ieri mattina avevo ottime sensazione. Mi sentivo bene, riposato e in forma. Pur non essendoci il clima delle grandi occasioni (partenza con nevischi e 1° ), non ho però avuto molte difficoltà a prendere un bel ritmo e tenerlo fino al termine della manifestazione.

Pre gara con l'esordiente!

Pre gara con l’esordiente!

Complici anche i lunghi rettilinei di campagna (che possono piacere o no), un pò in leggera salita e discesa, le mie gambe hanno da subito risposto presente, come sinceramente era da un pò di tempo che non succedeva.

3’56” il passo i primi 10 km; 3’54 i successivi. Sempre costante, solo un km a 4′ (3°) e uno a 3’58” (18°), per colpa di una piccola salitella spezza gambe. Ancora uno split negativo, indice comunque di un buon stato di forma.

 

Verso le risaie

Verso le risaie

Il lavoro di qualità, come già detto, inizia  a dare i suoi frutti. Unito ad una migliore convinzione dei propri mezzi, cosa che non questa mai. La chiave di tutto sta li, con perseveranza e costanza i risultati arrivano (cit.)

All'arrivo si vola!

All’arrivo si vola!

Soddisfazione per il risultato raggiunto comunque. Mi sono sempre detto che se ho ambizioni sotto le 3 ore in maratona, il primo passo sarebbe dovuto essere percorre una mezza maratona sotto l’ora e 24′.

Finalmente posso dire di ambire a questo risultato, con qualche convinzione in più!

Per ultimo, complimenti a Miki per il P.B., a Carlo per il mio medesimo esordio, a Giorgio per l’esperienza nella Maratona di Roma. E una menzione speciale a Brisk, sempre presente!

Uno (spillo) di noi! Brisk uno di noi!!!

Uno (spillo) di noi! Brisk uno di noi!!!

A presto, con un clima più primaverile!

L.